Descrizione del contenuto


Quando abbiamo convinto la prima azienda tessile a

Gradimento: stella vuotastella vuotastella vuotastella vuotastella vuota (0 voti)   

Per scaricare questo contenuto devi fare login o registrarti

Commenti: Non è presente alcun commento

Effettua il login per inserire un nuovo commento

Titolo: Perché era ed è facile passare alla Sperry Univac.

Dimensione file: 3,5 MB (3147x4409 pixel)

Tipo di pubblicità: pagina di rivista o giornale

Fonte pubblicazione: Panorama

Data della fonte: 1979

Linguaggio: it (Italian)

Caricato da: ire02 il 02-06-2016

Testo originale: Quando abbiamo convinto la prima azienda tessile a sostituire il suo elaboratore con uno Sperry Univac, non pensavamo che la seguissero subito tante altre dello stesso settore.

Raccontare come e perché una media azienda tessile italiana abbia deciso di passare alla Sperry Univac è molto semplice. Volevano automatizzare tutto il sistema informativo, ordini-produzione-magazzini, ma il loro elaboratore era sottodimensionato. Non restava che cambiare macchina, ma quale e di chi?
L'azienda decise di confrontare diverse proposte di diversi fornitori e invitò anche noi.
E decise per noi.
Perché la nostra proposta rispettava le loro esigenze e offriva una soluzione creativa ai loro problemi. Perché il nostro rapporto costo-prestazioni era più favorevole. Perché i nostri tempi di consegna erano molto più brevi.
Perché era ed è facile passare alla Sperry Univac.
I nostri elaboratori sono infatti compatibili con oltre l'ottanta per cento di quelli installati in Italia e questo permette di trasferirvi le procedure esistenti, senza buttar via gli investimenti già fatti per ricominciare tutto da capo.
Certo, quando quella media azienda tessile decise di sostituire il suo elaboratore con uno Sperry Univac, non pensavamo che in poco tempo altre medie aziende tessili prendessero la stessa decisione. Per le stesse ragioni. E sempre attraverso il confronto di proposte diverse di diversi fornitori.
Il confronto è lo strumento migliore per scegliere. E a noi un cliente può chiedere qualche cosa in più. In fondo, se è vero che nel 1951 siamo stati i primi a progettare e produrre elaboratori elettronici, è anche vero che oggi siamo soltanto i secondi nel mondo.
E i secondi, i loro clienti devono trattarli il meglio possibile.
Chissà, forse quest'ultimo è stato il vero motivo che ha spinto cosí tante medie aziende tessili, e non soltanto tessili, a diventare nostre clienti.

SPERRY UNIVAC
A noi il cliente può chiedere qualcosa in più.


Tag: sperry univac