Descrizione del contenuto


Apple turns 030
The time was ripe.
Apple was pla

Gradimento: stella vuotastella vuotastella vuotastella vuotastella vuota (0 voti)   

Per scaricare questo contenuto devi fare login o registrarti

Commenti: Non è presente alcun commento

Effettua il login per inserire un nuovo commento

Titolo: Apple turns 030

Dimensione file: 734 KB (2256x3189 pixel)

Tipo di pubblicità: pagina di rivista o giornale

Fonte pubblicazione: sconosciuta

Data della fonte: 1986

Linguaggio: en (English)

Caricato da: Pecoramatta il 22-09-2016

Testo originale: Apple turns 030
The time was ripe.
Apple was planning their most advanced Macintosh II SE and Macintosh II computers ever. So it was only natural that they turn to Motorola's 68030 32-bit microprocessor.
After all, Motorola's 68000 family has been instrumental in helping Apple develop its consistent, intuitive graphics workstyle, which has revolutionized the way people communicate with computers. And now, the 030 is making that workstyle even more versatile and powerful than ever.
The new Macintosh SE/30, based on a 16MHz 030 along with Motorola's 68882 math coprocessor, delivers up to 4x the performance, and in floating point calculations can deliver up to 100x the performance, of the Macintosh SE. What's more, it features a new expansion slot called, astutely enough, "030 Direct Slot" which allows third parties to extend the Macintosh SE/30's capabilities with a whole range of expansion cards.
The Macintosh IIx also uses the 68030 and 68882 to great advantage. In fact, 030 firsts like on-chip data and instruction caches and built-in Page Memory Management Unit streamline the Macintosh IIx architecture, and enable every Macintosh IIx to run AppIe’s A/UX advanced multitasking operating system.
So if you want to build your most advanced system ever put an 030 at its core. For free benchmarks and more information, call or write your local Motorola sales office.
It could be the smartest pick you ever make.

Testo tradotto: Apple volta verso il '030'.
I tempi erano maturi.
Apple stava pianificando i suoi computer Machintosh e Machintosh II SE più avanzati di sempre. È stato naturale che si orientassero verso il processore a 32-bit 68030 di Motorola.
Dopo tutto, la famiglia dei Motorola 68000 è stata fondamentale nell'aiutare Apple a sviluppare lo stile di lavoro grafico, intuitivo e coerente, che ha rivoluzionato il modo in cui le persone comunicano coi computer. E adesso, lo 030 sta rendendo questo stile ancor più verstile e potente che mai.
Il nuovo Macintosh SE/30, che si basa su un motorola 030 a 16 MHz e sul coprocessore matematico 68882, sviluppa prestazioni sino a 4 volte maggiori, e nei calcoli in virgola mobile possono essere 100 volte superiori rispetto al Macintosh SE. Inoltre è dotato di un nuovo spazio di espansione detto, abbastanza astutamente, il "030 Direct Slot", che consente a terze parti di estendere le capacità del Macintosh SE/30 con una serie completa di schede di espansione.
Il Macintosh IIx usa il 68030 e il 68882 con grande profitto. Infatti lo 030 primeggia nella gestione dei dati su chip e la cache delle istruzini e l'Unità di Gestione della Memoria di Pagina rende efficiente l'architettura del Macintosh IIx e consente ad ogni Macintosh IIx di eseguire il sistema operativo avanzato e multitasking A/UX di Apple.
Allora, se volete costruire il sistema più avanzato di sempre, mettetene al centro uno 030. Per i dati gratuiti dei test e per ulteriori informazioni, telefonnate o scrivete al vostro rappresentante Motorola di zona.
Potrebbe essere la scelta più intelligente che abbiate mai fatto.

Tag: motorola,apple macintosh se,apple macintosh ii,68030