Descrizione del contenuto


This IBM physicist is working to reduce the cost o

Gradimento: stella vuotastella vuotastella vuotastella vuotastella vuota (0 voti)   

Per scaricare questo contenuto devi fare login o registrarti

Commenti: Non è presente alcun commento

Effettua il login per inserire un nuovo commento

Titolo: IBM physicist

Dimensione file: 2,9 MB (4817x3284 pixel)

Tipo di pubblicità: pagina di rivista o giornale

Fonte pubblicazione: The Atlantic

Data della fonte: 1967-11

Linguaggio: en (English)

Caricato da: Superman il 10-09-2013

Testo originale: This IBM physicist is working to reduce the cost of data processing even more – before some other company does.
Back in 1950, the cost of processing 35 thousand computer instructions was one dollar. Today, one dollar processes 35 million instructions.
What has driven the cost down? The work being done by IBM’s Dr. Sol Triebwasser and his associates may give us a clue.

In an oven and camera-filled laboratory, physicist Triebwasser and his colleagues are developing new methods to make the microscopic parts inside a computer even smaller.
“Smaller parts mean faster computer speeds because the electronic impulses travel a shorter distance—more work in less time.
“In the last ten years,” says Dr.Triebwasser, “competitive research in the industry has taken computers from bulky vacuum tubes to transistors so tiny that 50,000 of them would fit in a thimble. As the parts have shrunk, so have processing costs.
“And we must find ways to make data processing even more economical. In today’s competitive world, we can’t afford not to.”
IBM

Testo tradotto: Questo fisico IBM sta lavorando per ridurre ulteriormente il costo del trattamento dei dati - prima che qualche altra società lo faccia.
Già nel 1950, i costi di trattamento di 35.000 istruzioni per il computer era un dollaro. Oggi, un dollaro elabora 35.000.000 di istruzioni.
Cosa ha spinto il costo ad abbassarsi? Il lavoro svolto in IBM dal Dr. Sol Triebwasser e dai suoi collaboratori possono darci un indizio.
In un laboratorio, il fisico Triebwasser e i suoi colleghi stanno sviluppando nuovi metodi per rendere le parti microscopiche all'interno di un computer ancora più piccole.
"Avere delle piccole parti nei computer significa velocizzare i computer, perché gli impulsi elettronici percorrono una distanza più breve, in meno tempo.
"Negli ultimi dieci anni", afferma il Dr.Triebwasser, "la ricerca competitiva nel settore dei computer ha portato dalle ingombranti valvole ai transistor, tanto che 50.000 di loro potrebbero stare in un dito. Come le parti si sono ridotte, così è stato per i costi di elaborazione.
"E dobbiamo trovare il modo per rendere l'elaborazione dei dati ancora più economica. Nel mondo competitivo di oggi, non possiamo permetterci di non farlo."
IBM

Tag: ibm,transistor,valvola