Descrizione del contenuto


(Advertisement)
Blaise Pascal
Gottfried Leibniz

Gradimento: stella pienastella pienastella pienastella pienastella piena (1 voti)   

Per scaricare questo contenuto devi fare login o registrarti

Commenti: Non è presente alcun commento

Effettua il login per inserire un nuovo commento

Titolo: From Abacus to Computer

Dimensione file: 1,8 MB (2195x3195 pixel)

Tipo di pubblicità: pagina di rivista o giornale

Fonte pubblicazione: Datamation

Data della fonte: 1975

Linguaggio: en (English)

Caricato da: ISAUBI il 13-02-2015

Testo originale: (Advertisement)
Blaise Pascal
Gottfried Leibniz
Charles Babbage
Herman Hollerith

From Abacus to Computer

Most of us think of the computer as being the unique product of twentieth century technology. Yet many of the elements which are inherent in today's computers are centuries old. The abacus, developed about 3,000 years ago, was the first digital counting machine. Since then, many other "machines and engines" were developed—all of which led to the ultimate development of the modern electronic computer. Here are just a few:
The Arithmetic Machine-1642
In the seventeenth century Blaise Pascal developed the first true calculating machine, using a technique which still is used in modern computers. A leading mathematician and philosopher in France, Pascal conceived his arithmetic machine in 1642 when he was only 19. The machine was operated by dialing a series of wheels bearing the numbers 0 to 9 around their circumferences.
The Calculating Machine-1694
Just over fifty years later Gottfried Leibniz, also a renowned mathematician and philosopher, devised a crud machine to mechanize the calculation of mathematical tables. His calculating machine was the first machine to multiply and divide directly. More complex than Pascal's arithmetic machine, it was designed to mechanize the calculation of trigonometric and astronomical tables.
The Difference Engine-1822
This was the first of several difference engines built in the nineteenth century. Developed by Charles Babbage, a British mathematician, it accumulated differences to produce tables for navigation, astronomy and even insurance. It was capable of generating tables to a 20-place accuracy. Out of his work on the difference engine, Babbage came up with the first idea for a computer, a machine which could handle any sort of mathematical computation automatically. His "analytical engine", although never built, included all those essential parts of a computer: a stored program, an arithmetic unit and a section for data entry and output.
The Census Machine-1890
Dr. Herman Hollerith, a statistician from Buffalo, N.Y., solved a problem of major importance for the U.S. Census Bureau when he designed his electric tabulating machine in the 1880's. The problem was this: at the rate the population was growing, the eleventh census in 1890 would be obsolete before it was tabulated. Hollerith's machine solved the problem by being able to tabulate the massive amount of data electrically. The machine consisted of three parts: a tabulator which used a clock-like counting device (shown) , a sorter box with compartments which were electrically connected to counters in the tabulator, and a pantographic punch, one of the first devices used to punch data onto cards.
The year 1890 marks the date the first major statistical machine was built and put into large-scale use. It was this invention of Hollerith's that launched the information-handling revolution. Afterward, many others followed who also made significant contributions leading to the development of the computer in the 1940's.
IBM

Testo tradotto: (Pubblicità)
Blaise Pascal
Gottfried Leibniz
Charles Babbage
Herman Hollerith

Dall'abaco al computer
La maggior parte di noi considera il computer come l’unico prodotto della tecnologia del ventesimo secolo. Eppure molti degli elementi inerenti ai computer di oggi sono molto antiquati.
L’abaco, costruito circa 3000 anni fa, era la prima macchina di calcolo digitale. Da quel momento in poi, molte altre “macchine e motori” furono sviluppati, e tutte contribuirono ad un ulteriore sviluppo del moderno computer elettronico.
Qui, ne sono elencati alcuni:
La Macchina aritmetica – 1642
Nel diciassettesimo secolo Blaise Pascal sviluppò la prima vera macchina da calcolo usando una tecnica che ancora oggi viene usata. Importante filosofo e matematico francese, Pascal concepì la sua macchina aritmetica nel 1642 alla sola età di 19 anni. La macchina funzionava con la composizione delle cifre su una serie di ingranaggi compresi tra il numero 0 e 9 attorno alle loro circonferenze.
La macchina calcolatrice -1694
Solo cinquant’anni dopo Gottfried Leibniz, anch’egli un rinomato matematico e filosofo, ideò una macchina grezza capace di meccanizzare il calcolo delle tavole matematiche. La sua macchina calcolatrice fu la prima a poter moltiplicare e dividere direttamente. Più complessa della macchina aritmetica di Pascal, fu progettata per meccanizzare i calcoli delle tavole trigonometriche e astronomiche.
La macchina differenziale – 1822
Questo fu la prima delle tante macchine differenziali costruite nel diciannovesimo secolo. Sviluppato da Charles Babbage, un matematico inglese, accumula differenze per creare tabelle per la navigazione, per l’astronomia e anche per le assicurazioni. Era capace di generare tabelle di accuratezza fino a 20 cifre.
Oltre al suo lavoro sulla macchina differenziale, Babbage concepì la prima idea di un computer, una macchina che poteva eseguire qualsiasi tipo di calcolo matematico automaticamente. Il suo motore analitico, anche se non costruito, aveva con sé tutte le parti essenziali di un computer: un programma, un’unità aritmetica ed una sezione per i dati in entrata e uscita.
La macchina del censimento - 1890
Herman Hollerith, uno statistico di Buffalo, New York, risolse un problema di notevole importanza per la U.S. Census Bureau (Ufficio del censimento) quando progettò la sua macchina tabulatrice elettrica intorno al 1880. Il problema era il seguente: la popolazione stava crescendo e l’undicesimo censimento del 1890 poteva diventare obsoleto prima che fosse elaborato. La macchina di Hollerith risolse il problema essendo in grado di tabulare quantità massive di dati elettricamente.
La macchina era composta da tre parti: un tabulatore che usava un dispositivo di conteggio simile ad un orologio (mostrato in figura), uno schedario con scomparti dove erano connessi elettricamente ai contatori nel tabulatore e una perforatrice pantografica, uno dei primi dispositivi usati per perforare dati sulle schede.
Il 1890 fu l’anno in cui venne costruita la macchina di statistica e messa in uso su larga scala.
Fu questa invenzione di Hollerith che segnò l’inizio della rivoluzione della gestione delle informazioni.
In seguito, molti altri seguirono e contribuirono significativamente allo sviluppo del computer negli anni ’40.
IBM
(tradotto da Lin Yue)

Tag: ibm,pascal,leibniz,babbage,abaco,hollerith,scheda perforata